Le donne amano il gioco d’azzardo online

Anche nel mondo del gioco d’azzardo lecito la compagine femminile si sta prendendo le sue “rivincite” e, sempre di più, anche in questo settore, si può notare l’avanzare del comparto donne sia nei records, sia nella gestione delle imprese che “trattano il gioco”, sia nelle posizioni “di testa” poichè hanno qualcosa da dire nella conduzione del settore. Quindi, l’8 marzo, ricorrenza al “femminile”, non si può non considerare il percorso che via via viene sviluppato da questo “corposo” comparto. Chi dice “donna”, oggigiorno, sempre più frequentemente dice…. anche “gioco”, dal flipper, al poker sino a posizioni manageriali. A volte sono passioni che nel “gentil sesso” nascono per caso o per attitudine, ma coltivate giorno dopo giorno, e fatte proseguire nonostante la strenua diffidenza del “comparto uomini”.

Si deve accennare a Sara Squizzato, campionessa di Flipper e ad Anna Lupinacci, amazzone per fare solo due nomi in due settori particolari, poiché in essi esiste un’acerrima concorrenza maschile, ma la tenacia che queste due campionesse hanno riposto per imporsi in un mondo prettamente maschile è degna di assoluta nota e le “contendenti” non fanno certamente rimpiangere il “reparto uomini” con le loro performance. Per quanto riguarda poi l’impegno a livello industriale e sociale, ormai non si contano più “le addette ai lavori”: non possiamo anche dimenticarci di Marilena Semeria, 43 anni croupier del Casinò di Sanremo e Segretario Aziendale dell’Ugl Terziario. Quindi, donne in prima linea ed anche donne che gestiscono, sviluppano, danno idee ad aziende del mondo del gioco. ma questo ormai è sotto gli occhi di tutti!